VOGLIAMO PROTEGGERE I FAMILIARI DELLE VITTIME DI EVENTI FATALI IN TRE ASPETTI FONDAMENTALI:

ECONOMICI

  •  Anticipando le spese per l’assistenza fino all’ottenimento dell’integrale risarcimento dei danni che saranno poi risarcite dal responsabile civile.

 

  • Rinunciando espressamente a chiedere compensi ai familiari della vittima e mettendolo nero su bianco nel proprio mandato di rappresentanza; per principio Tutela Vera non richiede alcun onorario ai congiunti al fine di garantire che a loro arrivi davvero tutto ciò che è riconosciuto dall’Assicurazione e commisurato all’entità del danno subito. Il compenso verrà richiesto esclusivamente alla Compagnia assicuratrice del responsabile.

 

 

  • Prevedendo la possibilità, previa valutazione preliminare del caso, di versare ai familiari più stretti un anticipo sul risarcimento danni, corrisposto direttamente da Tutela Vera, grazie ad un Fondo appositamente creato per le famiglie,consentendo loro in questo modo di far fronte alla perdita economica che subiscono a seguito del venir meno di un reddito. Ci preme sottolineare con orgoglio che questo Fondo è costituito da una riserva volontaria alimentata da una consistente percentuale degli onorari percepiti da Tutela Vera.

 

 

 

TECNICI

Proponendo un altissimo livello di competenza specifica, determinante nella gestione ottimale della trattativa con la compagnia assicuratrice, mettendo a disposizione professionisti di elevato spessore, con consolidata esperienza  nel settore del risarcimento danni tra i quali:

  • Un esperto liquidatore sinistri con esperienza ventennale maturata all’interno di primarie compagnie assicuratrici, che con esse sappia come reperire le prove ed impostare la trattativa per ottenere il massimo risarcimento dei danni;

PERCHE’ LA FIGURA DEL LIQUIDATORE ESPERTO?

 Ci siamo interrogati a lungo sulla figura migliore da inserire nel nostro organico per la gestione tecnica della pratica e per i rapporti con le compagnie assicuratrici. Abbiamo scelto con forza e ricercato una persona che avesse operato come liquidatore e che avesse maturato enorme esperienza in questo ruolo. Il liquidatore esperto è risultato l’unica figura a poter fronteggiare i colossi assicurativi ad armi pari, potendone comprendere i comportamenti e le intenzioni, avendo egli agito dall’interno per tanti anni e gestito in prima persona ogni fase della pratica risarcitoria.

VANTAGGI di tale figura:

  •  più di ogni altro conosce i meccanismi interni, le strategie, il modo di comunicare delle compagnie assicuratrici;
  • conosce perfettamente l’iter più efficace per una corretta istruttoria della richiesta di risarcimento; 

dal reperimento delle prove e alla luce di esse, è in grado di effettuare una valutazione obbiettiva della condotta del/dei responsabile/i  dell’evento in  rapporto alle prescrizioni normative di riferimento (Codice della Strada, Legislazione in materia di sicurezza sul lavoro e Legge Gelli in materia di Malasanità), alla corretta individuazione del nesso di causalità tra condotta e danno;

dalle singole voci di danno alla loro dettagliata quantificazione e contestualizzazione nel quadro parentale affettivo del De Cuius  (c.d. personalizzazione)

 

  •  Ingegneri specializzati nella ricostruzione dell’evento, scelti esclusivamente tra i Consulenti Tecnici d’Ufficio (CTU) maggiormente accreditati presso i principali Tribunali italiani.

Tutela Vera, entro le 24 ore successive al conferimento del mandato di rappresentanza da parte dei familiari della vittima, nomina uno tra gli ingegneri ricostruttori iscritti all’albo dei Consulenti d’Ufficio presso il Tribunale di competenza, con il preciso incarico di analizzare il luogo teatro dell’evento  nell’immediatezza, quando sono ancora presenti tutte le  tracce e testimonianze del sinistro, effettuando così una ricostruzione della dinamica quanto  più realistica ed oggettiva possibile.

Questo tipo di consulenza si rende fortemente necessaria considerando che molto spesso i consulenti tecnici nominati dalle Procure effettuano il sopralluogo sul posto del sinistro a distanza  di settimane dall’accadimento, quando ormai si sono perse tutte o quasi le tracce rilevanti per la ricostruzione tecnica; né l’Autorità che interviene sul posto nell’immediatezza dell’evento per effettuare i rilievi è garanzia certa di una fedele ricostruzione della dinamica non essendo i verbalizzanti degli ingegneri ricostruttori.

TUTELA VERA RITIENE DI ESTREMA IMPORTANZA, NELL’OTTICA DI FARE PIENA LUCE SULLE RESPONSABILITA’, CHE IL CONSULENTE TECNICO DI PARTE, CON QUALIFICA DI CTU, EFFETTUI IL SOPRALLUOGO NEL TEATRO DEL SINISTRO  NEL PIU’ BREVE TEMPO POSSIBILE DALL’ ACCADIMENTO DELL’EVENTO.

 

  • Medici Legali, scelti esclusivamente tra i Consulenti Tecnici d’Ufficio maggiormente accreditati presso i principali Tribunali italiani necessari in sede di esame autoptico; Medici legali consulenza

Tale presenza assicura ai familiari la maggiore garanzia di corretta individuazione delle cause del decesso.

Diversamente, gli aventi diritto e i loro rappresentanti legali non potranno fare altro che basarsi sulle risultanze della perizia del SOLO medico legale incaricato dal magistrato.

 

  • Periti psicologi scelti esclusivamente tra i Consulenti Tecnici d’Ufficio (CTU) maggiormente accreditati presso i principali Tribunali italiani per la ricostruzione e valutazione del rapporto parentale affettivo andato irreversibilmente perduto. Il danno derivante dalla perdita del Rapporto Parentale Affettivo, sebbene inquadrato nei suoi valori minimi e  massimi nelle Tabelle dell’Osservatorio sulla giustizia civile del Tribunale di Milano, deve essere sempre valutato alla luce del contesto familiare specifico in proporzione alla sua intensità, alla durata del vissuto, alla composizione del nucleo familiare, all’età dei suoi componenti, ai riflessi di ordine economico sugli stessi per la diminuzione della loro progettualità esistenziale  e dell’impossibilità di realizzare progetti che sarebbero stati posti in essere con la persona che è venuta a mancare, alla necessità di spiegare la morte della vittima primaria ad altri congiunti particolarmente esposti alla sofferenza fino ad arrivare anche alla gravità dell’offesa subita in relazione alla condotta tenuta dall’offensore nelle fasi successive all’evento di cui si è reso responsabile.

Tutto queste ed altre circostanze ancora concorrono alla c.d. Personalizzazione del danno da perdita del rapporto parentale affettivo attraverso la quale, se opportunamente ricostruita,  si consente alle vittime secondarie (i familiari superstiti) di ottenere il massimo grado di giustizia per la perdita subita.

  • PSICOLOGICI

Laddove sia opportuno garantire un accompagnamento e una  tutela anche rispetto al  danno umano subito, Tutela Vera salvaguarda  ancora  una volta i familiari  rivolgendosi a professionisti di certificata esperienza e  con competenze specifiche nella cura del trauma da lutto, mallevandoli dall’onere della spesa avendo questi professionisti aderito all’iniziativa di essere retribuiti da Tutela Vera o dalla compagnia assicuratrice del responsabile civile.

 

 

QUESTI TRE ASPETTI CREANO INEVITABILMENTE I MASSIMI VANTAGGI POSSIBILI CON IL MINOR COSTO PER GLI AVENTI DIRITTO, IN UN MOMENTO DELLA LORO VITA IN CUI LE LORO ENERGIE DOVREBBERO ESSERE UNICAMENTE RIVOLTE AD AFFRONTARE AL MEGLIO IL DOLORE PER LA PERDITA.

SE LA COMPLESSITA’ DI TALI EVENTI POTESSE ESSERE RIASSUNTA IN UNA FRASE, SI POTREBBE AFFERMARE CHE UNA PERFETTA ISTRUTTORIA  DEL SINISTRO GARANTISCE ALLA DOMANDA RISARCITORIA LE MAGGIORI PROBABILITA’ DI ESSERE DEFINITA CON IL PIU’ ALTO GRADO DI GIUSTIZIA PER I FAMILIARI NELLA SOLA FASE STRAGIUDIZIALE EVITANDO I COSTI E I TEMPI DI UNA CAUSA CIVILE.

 

 

 

Fortemente convinta di questo assunto, Tutela Vera è aperta e disponibile ad invitare un rappresentante della famiglia ad assistere alla trattativa con la compagnia assicuratrice. Durante tale  incontro, deputato all’analisi e alla discussione dei punti chiave del diritto risarcitorio ovvero l’An ed il Quantum, i punti di forza probatori di una parte diventano inevitabilmente i punti di debolezza della parte avversa e viceversa. Il modus operandi voluto e perseguito da Tutela Vera mira ad acquisire tutti i possibili punti di forza con l’unico invalicabile limite della verità dei fatti.